La Confraternita di San Giorgio

L'importanza della Confraternita

La confraternita di San Giorgio è formata da un gruppo di fedeli che, volontariamente, veste la caratteristica cappa bianca, stretta in vita da un cordone, e porta i crocifissi della parrocchia tra le strade, le piazze e le chiese di tutta la regione.

Le loro gesta sono testimonianza di fede e hanno il compito di insegnare la dottrina cristiana, in nome della Chiesa, e di incrementare il culto pubblico

La Confraternita é intitolata a San Giorgio, ma la festa con la processione viene celebrata l’ultima domenica di agosto ed è dedicata alla Madonna della Guardia e al Bambino Gesù di Praga. Non essendoci un oratorio, i confratelli si incontrano nella chiesa antica. Il priore è Andrea Enrico e guida un gruppo formato da giovani e "senatori" che tramandano questa eredità da una generazione all'altra.  

La nascita nel 1989

Il giorno 26 agosto 1984 il signor Bernardo Briozzo dona alla Parrocchia di San Giorgio una piccola croce attorno alla quale, grazie a Don Pelle, Luigi Bruzzone e una squadra di giovani volenterosi, si forma un gruppo che partecipa a diverse processioni all’interno e all’esterno della Diocesi.

Il 19 gennaio 1988, a seguito della donazione di un Crocifisso Processionale alla Parrocchia di San Giorgio da parte degli eredi dei defunti coniugi Gerolamo Guastavino ed Emma Dirce Bridi, il Comitato Parrocchiale conferisce al signor Luigi Bruzzone l’incarico di formare la confraternita. Con l’aiuto e l’impegno di tutti i confratelli si giunge al 23 aprile 1988, giorno della benedizione del nuovo Crocifisso da parte di Mons. Vescovo Alessandro Piazza; Padrini e Madrine sono i signori Paola Guastavino vedova Fizzotti, Gianni Guastavino, Ronni Gentile e Daniela Rebella. 

Il 30 novembre 1988 si svolgono le prime elezioni e la nascita della Confraternita di San Giorgio diventa ufficiale il 2 gennaio 1989 con il decreto di erezione di Mons. Vescovo Alessandro Piazza. Il primo priore è stato il suo fondatore, e vero e proprio trascinatore, Luigi Bruzzone.

La storia dei crocifissi

Nel 1999 Luigi Bruzzone, guidava una“squadra” di giovani che non potendo portare il crocifisso realizzato nel 1988, resero necessario realizzarne uno nuovo.

Grazie allo sforzo organizzativo della confraternita ed economico del  Comitato Parrocchiale e di alcuni parrocchiani, inizia il percorso di realizzazione. L’immagine viene realizzata dal maestro scultore Goffredo Moroder di Ortisei. Rappresenta la figura del Cristo spirante ed è tratta dall’opera del Maragliano custodita nella chiesa di San Giovanni di Vado Ligure. Le parti cesellate e sbalzate vengono invece affidate al cesellatore Osvaldo Cipolla di Genova. Il nuovo crocifisso prende forma nei primi mesi del 2000 e viene inaugurato il giorno 19 marzo con la cerimonia di benedizione nell’antica chiesa di San Giorgio.

Nel 2001 viene realizzato dal confratello Pierangelo Roba con l’immagine del maestro scultore Goffredo Moroder di Ortisei, un piccolo crocifisso che verrà portato in processione dai bambini della confraternita.

 

Per informazioni su confraternita, inviti e logistica legate a processioni ed eventi della confraternita:


Andrea Enrico: +39.320.0588652
Angelo Bruzzone: +39.335.5238996